INCONTRI DI MUSICA SACRA CONTEMPORANEA
HOME
Home
Prossima edizione
Edizioni precedenti
HOME

Pianctus Mariae - Virgilio Mortari
Per soprano, mezzosoprano, piccolo coro femminile, flauto e orchestra d'archi

  I Lamentazione di Maria (Da una antica Divozione dei Giovedě Santo)

0 figlio mio tanto amoroso
0 figlio mio due se' tu andato?
0 filio mio tanto grazioso
Per quale porta se' tu intrato?
0 filio mio, o filio mio, assai deletoso
Tu se' partito tanto, tanto sconsolato!
Ditime, o donne, per amore de Dio,
dov'č andato lo filio mio?

II La Passione (Poesia popolare toscana)

Dove vai, dove vai madre Maria
Dove vai sola sola per questa via?
Vo cercando il mio figliolo,
č tre giorni che non lo trovo.
Lo trovai da piedi al monte
con le mani legate e gionte.
Sulla spalla la Croce avea e non la potea.
Sangue rosso lo versava
L'asciugava con grande dolore! Ah!
Oggi č morto il Redentore.
Amen

III Miserere

Miscrere mei, miscrere omnium, Domine,
et nihil odisti eorum quae fecisti
Dissimulans peccata hominum propter poenitentiam et parcens illis quia
tu es
Dominus Deus noster
Miserere mei, Deus, miserere mei,
quoniam in te confidit anima mea
 
PLANCTUS MARIAE
Per soprano, mezzosoprano, coro femminile, flauto ed archi (1986). il testo si compone di tre sezioni: le Prime due riguardano più esplicitamente la 'passione', la terza è una invocazione di misericordia. La scrittura musicale di Mortari è come sempre di un equilibrio assoluto, però, mai fredda anzi, spesso grandemente commossa. Il tono maggiore e il minore si intrecciano, costruendo originali armonie talvolta di sapore orientale. Drammatiche ed intense, le prime due parti si risolvono nella terza che è una invocazione intorno ad una cellula (si bemolle - la - do - si).


REGIONE PUGLIA

2001 - 1995 - 1994 - 1992 - 1991 - 1990 - 1989 - 1988

Forum - News letter - Galleria fotografica - Artisti - MP3

Contatti - Credits